Esplora contenuti correlati

INPS: ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE DAL 2022

12 Gennaio 2022

L’Assegno unico e universale è un sostegno economico alle famiglie attribuito per ogni figlio a carico fino al compimento dei 21 anni e senza limiti di età per i figli disabili.

L’importo spettante varia in base alla condizione economica del nucleo familiare sulla base dell’ISEE valido al momento della domanda.

L’Assegno unico per i figli a carico, poiché è una misura “universale”, può essere richiesto anche in assenza di ISEE o con ISEE superiore alla soglia di euro 40mila. In tal caso, saranno corrisposti gli importi minimi dell’Assegno previsti dalla normativa.

Con l’entrata in vigore dell’Assegno unico e universale, a decorrere dal mese di MARZO 2022, sono annullate le seguenti misure di sostegno alla natalità, in quanto assorbite dall’Assegno:

  • Premio alla nascita (bonus mamma domani)
  • Assegno nucleo familiare con almeno tre figli minori
  • Assegni familiari ai nuclei familiari con figli e orfanili
  • Assegno di natalità (bonus bebè)
  • Detrazioni fiscali per figli fino a 21 anni.

L’Assegno unico non assorbe né limita gli importi del bonus asilo nido.

A CHI è RIVOLTO ?

L’Assegno unico e universale spetta ai nuclei familiari in cui ricorrono le seguenti condizioni:

  • per ogni figlio minorenne a carico e, per i nuovi nati, a decorrere dal settimo mese di gravidanza;
  • per ciascun figlio maggiorenne a carico, fino al compimento dei 21 anni che:
  • frequenti un corso di formazione scolastica o professionale, laurea.
  • svolga tirocinio o un’attività lavorativa e possieda un reddito complessivo inferiore a 8mila euro annui;
  • sia registrato come disoccupato;
  • svolga il servizio civile universale;
  • per ogni figlio con disabilità a carico, senza limiti di età.

La misura è riconosciuta a condizione che al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente sia in possesso congiuntamente dei seguenti requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno:

  • sia cittadino italiano o di uno Stato membro dell’UE, titolare di diritto di soggiorno/diritto di soggiorno permanente, oppure cittadino di uno Stato non appartenente all’UE in possesso di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • sia soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia;
  • sia residente e domiciliato in Italia;
  • sia o sia stato residente in Italia per almeno due anni, anche non continuativi;

N.B. Ai nuclei familiari percettori del Reddito di Cittadinanza l’Assegno unico e universale è corrisposto d’ufficio dall’INPS, senza necessità di presentare apposita domanda.

QUANDO E COME FARE DOMANDA ?

La domanda per l’Assegno unico e universale è annuale può essere presentata a partire dal 1° gennaio 2022 attraverso:

  • sito INPS al servizio “Assegno unico e universale per i figli a carico” con SPID almeno di livello 2. Carta d’Identità Elettronica 3.0 (C.I.E.) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06.164.164 (da rete mobile);
  • Enti di patronato.
Condividi: